Gianfranco Lo Cascio contro Marco Stabile e le Identità (Golose) del reverse searing

da Dissapore — 10 ottobre 2018 alle 8:07

Che qualcuno si ribellasse all’imponenza gastronomica di Identità Golose, era plausibile. Mega-congresso di chef con ristorante di recente apertura, “il primo hub internazionale della gastronomia”, a Milano, e nonostante ciò testata giornalistica, il brand ultra differenziato di Paolo Marchi può suscitare due sentimenti soltanto: l’amore di chi ci è dentro o l’odio di chi ne è escluso. Dei due l’uno.

[Davide Scabin: ascesa e declino di uno chef raccontati da Valerio Visintin]

[Apre Identità Golose, contro le identità gelose: Il buonappetito]

Alla luce dei fatti, ci...

Continua »

Scrivi un commento