I funerali di Paul Bocuse

da Dissapore — 27 gennaio 2018 alle 14:36

“Era capace di condividere con un intero villaggio un barile di Beaujolais”.

Con queste parole, Marc Heberlin, allievo di Paul Bocuse, ha salutato ieri l’uomo che ha ispirato generazioni di cuochi, tra cui Alain Ducasse e Joel Robuchon, nella cattedrale di San Giovanni a Lione, in Francia.

Nel suo encomio il cuoco ha ricordato la peronalità del suo padre spirituale: “Diceva che trasmettere è la cosa più importante, non si impara la cucina nei libri. E poi mangiare da soli non è divertente, meglio condividere”.

[Paul Bocuse è morto]

Lungo le navate della chiesa 1.500 cuochi...

Continua »

Scrivi un commento