Per Valerio Visintin Il ristorante di Identità Golose è “la fine della critica gastronomica”

da Dissapore — 11 ottobre 2018 alle 9:03

“Il primo passo della fine della critica gastronomica” è un ristorante aperto da una testata giornalistica, che pubblica recensioni su quegli stessi chef che ospita ai propri congressi. Un circuito vizioso, da cui si è totalmente esclusi o inclusi, con tutti i dovuti favori che ne derivano”.

Questa l’opinione, certo non sfumata, dell’uomo mascherato Valerio Visintin su Identità Golose, il congresso per chef diretto dal giornalista Paolo Marchi che ha da poco aperto un locale –”hub internazionale della gastronomia”– a Milano.

Da noi intervistato al Dissapore Cafè del...

Continua »

Scrivi un commento