La Limonaia a Torino: come vorrei i ristoranti, con buona pace dei pierre

da Dissapore — 6 febbraio 2019 alle 16:38

Ci sono serate in cui tutto va proprio come vorresti che andasse. A me è capitato ieri sera.

Scrivo raramente di pasti qui su Dissapore, ma questa volta –ascoltatemi– vale la pena. Il fatto è che meno di venti ore fa sono entrato a La Limonaia.

Non mi ha invitato un ufficio stampa. Non me lo ha raccomandato un pierre. Non le ho letto su un sito specializzato. Ci sono tornato perché mancavo da tanto e fonti affidabili mi hanno detto: torna da Cesare Grandi, è cresciuto assai.

[Torino: 18 ristoranti senza rivali nel 2018]

Continua »

Scrivi un commento