Olimpiadi della Pizza. Polecenella batte tutti

da Luciano Pignataro Wine&Food Blog — 5 luglio 2012 alle 20:11

di Tommaso Esposito Lello Esposito, che è uno che capisce,   sta anche lui in giuria. Non solo pizza fritta. Ma anche l’artistica. Mannaggia. C’è una voglia matta di andare sul faraonico. Opere colossali. Ma Pollecenella appare insuperabile. Eterno. Immortale. Più di ogni opera d’arte. È Napoli. Chissà se vince. Continua »

1 Commento

  1. Antonio6 luglio 2012

    Salve, io lascio un mio commento a pur che si può far buon uso le gare vano fatte ma non manomesse anche per dare spiraglio a chi gareggia, uno cinesi senza scolino o capello come era previsto da regolamento due chi a vinto le pizze erano veramente in mangiabile tre persone che le pizze le hanno fatte piu volte ( dalle foto si vede già chi doveva vincere mi dispiace per chi gareggiato,
    Dovette essere piu reali e sinceri la vita non solo di menzogna è di sotto fuggi ,( business) poveri pizzaioli

Scrivi un commento