Se i vini naturali diventano il marketing dei grandi produttori

da Dissapore — 11 marzo 2019 alle 8:02

La nuova etichetta “naturale” di un grande produttore vinicolo italiano attira la nostra attenzione: i vini naturali, privi di una definizione europea, non riconosciuti dalla legge, rischiano di diventare terreno fertile per il marketing (leggasi posizionamento aziendale) dei grandi gruppi? 

Si chiama “Brasa Coèrta” ed è l’etichetta che il Gruppo Pasqua definisce come “l’inizio di un percorso verso la produzione di un vino naturale”. Un rosso presentato qualche giorno fa a Milano a base di corvina, corvinone, rondinella, cabernet sauvignon e merlot prodotto con la...

Continua »

Scrivi un commento