Tavolino selvaggio: lo stupefacente caso di via dei Banchi Vecchi

da Dissapore — 14 maggio 2012 alle 12:30

La saga dei gestori di bar e trattorie senza scrupoli e senza autorizzazione, pronti a tutto pur di occupare con tavoli e verande le strade del centro di Roma in vista dell’estate si arrichisce di un nuovo, STUPEFACENTE episodio. Nel fine settimana in via dei Banchi Vecchi 48, i gestori del ristorante-pizzeria “Il vecchio maniero” vengono fotografati dai residenti mentre sradicano dal manto stradale il cartello che segnala un parcheggio per disabili, alla luce del sole, come se niente fosse. Continua »

1 Commento

  1. v.5 giugno 2012

    Guardate, quello di cui è accusato il Sig. Silvestro Romano, titolare del locale Turi & Tano in Via Lazio 17, è ancor più assurdo.
    Romano è accusato di aver divelto un posto dei disabili e cancellato col catrame le strisce per collocare i suoi tavolini. Diversi residenti e negozianti di Via Lazio dichiarano di averlo visto con i propri occhi mentre nel luglio 2010 poneva in essere tale vandalico gesto.
    Nonostante un procedimento penale a suo carico è diventato personaggio pubblico recentemente. A quanto dicono i giornali avrebbe dichiarato, nell’ambito dell’inchiesta “Vigilopoli”, di essere stato vessato da vigili ed agenti con ripetuti controlli, omettendo però di specificare che vigili ed agenti eseguissero ordini precisi dei giudici penali che hanno disposto il sequestro dei tavolini, “corpo del reato”, dopo la misteriosa sparizione del palo del posto dei disabili e delle strisce.
    Questo Sig. Silvestro Romano, sempre a quanto dicono i giornali, avrebbe anche raccontato di avere una sentenza del Consiglio di Stato che lo legittimerebbe ad occupare il suolo pubblico, sentenza che non esiste!!
    Il posto per i disabili è stato latente per circa 2 anni e riposizionato, insieme alla segnaletica vigente, solo pochi giorni addietro.
    Purtroppo nessun giornale ha però parlato dell’accaduto.

Scrivi un commento