Vinitaly 2018: 9 bottiglie che dovete provare e un fiasco

da Dissapore — 26 aprile 2018 alle 2:48

Vinitaly 2018 = caldo, traffico, prostatite, esterofilia e alcolismo?

No. Clima mite, parcheggi possibili, nessuna particolare fila per espletare funzioni fisiologiche e assaggi confortevoli. Almeno per chi preferisce cercare cose interessanti piuttosto che mettersi in coda per le nuove annate dei mostri sacri.

Riflettiamoci: che sia un’attitudine emozionale o un riscontro reale, il lamentismo seriale per la fiera di Verona è spesso così pregiudiziale da oscurarne i valori positivi. Ovvio che al quarto giorno, dopo 37 km (certificati) a piedi, numerose crisi di orientamento e un...

Continua »

Scrivi un commento